Web 2.0 ed il suo futuro

Cos’è il Web 2.0 ?

Web 2.0 è un modo come gli altri per dire che il mondo della rete e l’interazione in internet è cambiata rispetto agli anni 90.

Chiunque si sia approcciato al mondo della tecnologia ed in particolar modo dei software, si sarà imbattuto in tale terminologia.

I software crescono e si sviluppano in continuazione dando spazio a delle versioni sempre più aggiornate ed il metodo per individuare e definire una versione recente rispetto ad una più vecchia è proprio l’utilizzo numerico.

Internet Explorer 8.0, Mozilla Firefox 3.5, Open Office 3.1 e così via, sono tutte nuove versioni dei precedenti software.

E il Web ?

Il web è l’insieme di tutto ciò che si trova in rete ossia, siti internet, portali, blog, social network e tutto ciò che appartiene al mondo dei software e delle applicazioni.

Se si considera il web come un’unica cosa allora anch’esso è cambiato rispetto agli anni 90 dando origine, per così dire, ad una nuova versione “ Il Web 2.0”.

In cosa è cambiato?

Le variazioni sostanziali si sono avute in merito al modo di interagire degli utenti.

Inizialmente i siti internet erano di natura statica e la loro funzione era quella di dare, in maniera passiva, le informazioni.

Con il web 2.0 , l’utilizzo della rete è cambiato notevolmente, divenendo da passivo ad attivo.

La rete non viene più utilizzata come uno strumento per acquisire semplicemente informazioni ma per interagire, condividere e scambiare le stesse in tempo reale.

I Social Network

L’esplosione dei Social Network sono l’esempio concreto del cambiamento avvenuto negli ultimi anni. Attraverso i Social Network si sono venute a creare delle comunità virtuali, attraverso le quali giornalmente, milioni di persone, scambiano dati, interagiscono, si organizzano, condividono passioni ed hobby.

Per molte persone i Social network hanno sostituito le piazze, i giornali, il diario personale, le librerie, divenendo, in alcuni casi, unici e soli punti di riferimento.

E il futuro?

Il futuro è sempre un grande punto interrogativo. Possiamo fare solo delle supposizioni sul futuro del web. Certo è che ad oggi, mentre in tanti si stanno chiedendo in cosa consista il web 2.0, altrettanti guardano in avanti ipotizzando già i possibili scenari del web 3.0 e perché non del web 4.0.

Il web 3.0

Il web 3.0 dovrebbe essere caratterizzato da ciò che viene definito come “Web Semantico”.

Un mondo della rete sempre più personalizzato, in cui si cercherà di dare un senso logico alle proprie attività, un mondo in cui si avrà la possibilità di cercare solo quello che realmente ci interessa, un mondo fatto di intelligenza artificiale al nostro servizio, un mondo in cui ricerche ed analisi verranno effettuate in maniera automatica basandosi sul significato delle parole.

Un esempio di applicazione del “Web Semantico” è lo sviluppo di motori di ricerca da poter interrogare liberamente utilizzando il linguaggio di tutti i giorni.

Un primo tentativo è stato già fatto da un famoso matematico britannico, Stephen Wolfram, il quale ha creato questo motore di ricerca http://www.wolframalpha.com/ , che si può interrogare solo in lingua inglese e che è ancora in fase di sperimentazione.

Il web 4.0

Questo tipo di sviluppo è forse fin troppo avveniristico anche per noi. Un possibile scenario è quello di un web completamente integrato con la realtà. Un web in cui non solo le ricerche avverranno in maniera automatica sulla base degli sviluppi semantici, ma che autonomamente ci metterà in contatto con altre persone e agirà per noi. Un web che ragionerà al posto nostro.

A tal proposito per capire in cosa potrebbe consistere il web 4.0, citiamo alcuni esempi fatti da Seth Godin:

  • Sono in ritardo per una cena. Il mio telefono gps lo sa (perché ha il mio calendario, la mia posizione, e lo stato del traffico). Così, mi avvisa di non poter arrivare in tempo e contestualmente avvisa le persone che mi stanno aspettando.
  • Ho prenotato un volo da Toledo a Seattle per una riunione con altri colleghi ed improvvisamente è stato annullato. Il mio telefono sa che è stato annullato e mi indica i voli alternativi. Ed ancora, cosa più importante, è che il mio telefono riesce a sapere cosa stanno facendo i miei colleghi in risposta a questo evento e mi dice. ‘Segui le mie istruzioni”…diventerà tutto molto più semplice.

Questi sono gli ipotetici scenari del futuro del web…

Se ti è piaciuto questo argomento lascia un tuo commento!