Nuova norma per la partita iva sui siti internet e non solo…

E’ in vigore da tempo una norma che obbliga i possessori di partita iva, a esporre sulla homepage del proprio sito la partita iva.
Ma da Luglio 2009 la comunità europea, con l’art. 42 della Legge 7 del luglio 2009, n. 88, provvedimenti che contengono le disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità Europee.

ha modificato di fatto l’art. 2250 del nostro codice civile, stabilendo nuove norme o obblighi per le imprese che hanno una “finestra” sul web.
Nel dettaglio le società per azioni, le società in accomandita per azioni e le società a responsabilità limitata che dispongono “di uno spazio elettronico destinato alla comunicazione collegato ad una rete telematica ad accesso pubblico” hanno l’obbligo di fornire sul proprio “spazio web” le seguenti informazioni:

a) la sede sociale, l’ufficio del registro delle imprese presso il quale la società è iscritta e il numero di iscrizione;
b) il capitale sociale, indicato secondo la somma effettivamente versata e quale risulta esistente dall’ultimo bilancio;
c) l’eventuale stato di liquidazione della società;
d) se, in caso di SpA o di Srl, la società ha un socio unico.

Dal momento che la Legge n. 88/2009 è già in vigore, le società che non vi abbiano provveduto dovranno senza indugio aggiornare i propri siti Web con le informazioni innanzi indicate.

Chiaramente rientrano in questi obblighi anche eventuali pagine su social network,blog!

La sanzione amministrativa pecuniaria va dai 206 Euro a i 2065 Euro.